Laghetto artificiale: come costruirlo

laghetto artificiale
laghetto artificiale

Realizzare un laghetto artificiale è abbastanza semplice e può donare al nostro giardino un tocco di particolarità e di ricercatezza.

Un laghetto artificiale può dare grandi soddisfazioni sia estetiche / ornamentali che pratiche, se la nostra intenzione è quella di far giovare della nostra realizzazione la fauna o coltivare piante acquatiche. Ma a prescindere dalla destinazione, in questa guida analizzeremo come realizzarlo in maniera semplice e pratica ottenendo un risultato ottimale.

Strumenti e materiali

Innanzitutto partiamo dal materiale occorrente, abbiamo bisogno di:

  • Rocce decorative;
  • pala;
  • fogli di guaina impermeabile;
  • vernice spray;
  • colla per rocce (eventuale).

Prima di iniziare a scavare dobbiamo stabilire sia la forma del nostro laghetto artificiale, sia la collocazione sul terreno. Stabilito questo, con la vernice spray disegniamo materialmente sul terreno la forma del laghetto, ci farà da perfetta guida durante lo scavo.

Rocce

La scelta delle rocce da utilizzare è un campo di discussione abbastanza ampio ed entrano in ballo numerosi fattori in merito alla questione. Innanzitutto, il primo fattore da considerare è quello strettamente personale o, meglio, quello del gusto personale. Ovviamente esistono talmente tanti tipi di rocce differenti per forme e finiture che l’estetica in questo caso gioca un ruolo fondamentale.

Ma anche il fattore economico non è da sottovalutare. Le rocce sono ognuna differente dall’altra ed un giro sulla rete o nei negozi specializzati ci farà rendere immediatamente conto dell’eterogeneità dell’offerta in commercio. Esistono tipologie di rocce che vanno dalle poche euro di spesa alle centinaia di euro, quindi un buon giro approfondito nei negozi specializzati chiarirà meglio le idee.

Procedimento

Iniziamo a scavare con la pala la terra partendo da un presupposto fondamentale: il clima. Se viviamo in una zona soggetta a temperature invernali molto rigide dobbiamo scavare almeno per 1 metro di profondità, in modo da evitare che l’acqua si ghiacci; se il clima è mite tutto l’anno anche 50 cm di profondità andranno più che bene.

Terminato lo scavo, realizzato seguendo le linee del disegno guida, cerchiamo di rendere la superficie interna il più omogenea possibile eliminando pietre ingombranti. A questo punto dobbiamo stendere all’interno dello scavo la guaina (facilmente reperibile in ferramenta) ponendo attenzione al fatto che sia più alta del fossato di ca 15 cm. Gli strati di guaina va incollata con una colla apposita facilmente reperibile (poniamo attenzione ad accavallare uno sull’altro, di un paio di cm, gli strati di guaina..) e vanno attesi i giusti tempi di incollaggio.

Una volta che la guaina sarà perfettamente incollata è il momento di passare all’esterno. Ad una ad una posizionare le rocce scelte per il bordo esterno, stando attenti a far aderire il bordo di guaina che fuoriesce al terreno, saremo così sicuri che l’acqua non bagnerà il terreno.

Per le rocce abbiamo due possibilità di azione: possiamo semplicemente appoggiarle l’una sull’altra senza utilizzare alcun collante, oppure possiamo utilizzare una colla specifica e incollare le rocce una sull’altra come garanzia di solidità della struttura.

A questo punto basterà riempire di acqua il nostro laghetto artificiale e decorarlo di piante o qualsiasi cosa sia di nostro gradimento.

Fixool, tutti i consigli su giardinaggio e arredamenti esterni.

©2017-2020 Fixool

Comments

comments