Guida completa alla manutenzione della piscina di casa

A cosa serve la manutenzione-Come funziona-Quali oggetti servono-Quanto costa

piscina

Oggi vi forniremo una guida completa indicandovi tutte le operazioni necessarie per operare la manutenzione della piscina.

Se avete la fortuna di avere una piscina nella vostra villa, sapete certamente di quanto sia importante la manutenzione, per preservare l’efficienza e salubrità di queste installazioni. Una piscina necessita un periodico controllo ed attenzione, allo scopo di tenere sotto controllo in modo scrupoloso una serie di parametri.

La manutenzione della piscina ha una duplice funzione; prima di tutto essa è importante per garantire la sicurezza e la salvaguardia di tutti i bagnanti. Secondariamente una periodica e attenta manutenzione della piscina, sarà fondamentale per preservare nel tempo l’installazione, la sua struttura e i suoi impianti.

Per una corretta manutenzione della vostra piscina, sarà necessario controllare con attenzione e scrupolo il rispetto di alcuni parametri, riportati in apposite tabelle e schemi prestabiliti. Per operare tutti gli adempimenti, sarà necessario impiegare una serie di agenti e prodotti chimici; l’acqua della vostra piscina, dovrà essere trattata nel modo corretto, svolgendo le varie attività di manutenzione.

Proseguiamo dunque la nostra guida, fornendovi tutte le indicazioni degli adempimenti e dei controlli da effettuare in riferimento agli impianti e in particolare all’acqua della piscina. I trattamenti che dovrete operare per garantire la salubrità dell’acqua della piscina, sono adempimenti di fondamentale importanza.

A cosa serve la manutenzione

La manutenzione della piscina ha prima di tutto la funzione fondamentale di preservare la salute dei bagnanti; a tale scopo sarà necessario controllare alcuni parametri e caratteristiche che dovranno necessariamente interessare l’acqua della piscina. Secondariamente, sempre al fine di preservare la salute dei bagnanti, l’acqua della piscina dovrà subire una serie di trattamenti specifici.

Per quanto riguarda i parametri dell’acqua dei quali è previsto uno scrupoloso controllo, essi riguardano il Ph dell’acqua (grado di acidità), la durezza, i sali disciolti e il livello di alcalinità. I trattamenti che dovranno necessariamente essere svolti e che riguarderanno anche in questo l’acqua della piscina, sono i seguenti; sarà necessario svolgere un trattamento di clorazione dell’acqua, un trattamento antialghe e un trattamento di flocculazione.

Grazie ad una corretta manutenzione degli impianti e dell’acqua della vostra piscina, quest’ultima verrà preservata nel tempo e con essa, ovviamente anche la sua efficienza. Esistono inoltre alcuni metodi definiti alternativi, per operare la manutenzione di una piscina. Si tratta sostanzialmente dell’utilizzo di particolari sali e prodotti a base di ossigeno.

Come funziona

Il primo trattamento di manutenzione che dovrete svolgere e che riguarderà l’acqua della piscina è la clorazione; si tratta di un adempimento tipico e molto semplice. La clorazione dell’acqua dovrà essere effettuata con l’applicazione di pastiglie da 200 g; le pastiglie che dovrete aggiungere all’acqua, saranno caratterizzate da un’azione di scioglimento lento. La funzione del trattamento di clorazione è ovviamente quello di regolare la quantità di cloro presente nell’acqua della piscina. La presenza del cloro è fondamentale, perché consente l’ossidazione dei microorganismi presenti nell’acqua, come batteri, funghi ed alghe.

Un altro trattamento di manutenzione, sempre relativo all’acqua della piscina è il trattamento di flocculazione. Lo scopo di questa operazione di manutenzione è quello di garantire un miglior filtraggio dell’acqua. Questo permetterà di eliminare dalla piscina tutte quelle piccole particelle che contribuiscono ad intorpidire l’acqua.  Il trattamento prevede l’inserimento in acqua di un prodotto flocculante. Le piccole particelle di questo prodotto, una volta a contatto con l’acqua creeranno una sorta di fiocco reticolato, che una volta che avrà raggiunto il filtro, ne aumenterà l’efficienza filtrante.

Svolgere un trattamento antialghe è molto importante per la salubrità dell’acqua della piscina. A tale scopo sarà necessario applicare un apposito prodotto antialghe nella vasca di compenso della vostra piscina. Infine sarà necessario svolgere un trattamento d’urto (definito anche di superclorazione). Questo trattamento porterà il livello del cloro presente nell’acqua, ad un grado tale che tutti i contaminanti verranno eliminati. Il trattamento d’urto andrà eseguito nell’acqua della piscina, all’incirca una volta ogni due settimane, per quanto riguarda piscine private.

Quali oggetti servono

Per i vari trattamenti da effettuare, che riguarderanno l’acqua della piscina, sarà ovviamente necessario acquistare i relativi prodotti specifici. Essi sono ad esempio le pastiglie di cloro, la soluzioni antialghe e il prodotto flocculante. Oltre ai trattamenti da svolgere con regolarità nell’acqua della piscina, quest’ultima dovrà inoltre essere controllata e monitorata periodicamente con scrupolo ed attenzione.

Prima di tutto sarà necessario effettuare il controllo del livello di acidità dell’acqua (Ph). Il valore di acidità-basicità dell’acqua della piscina, dovrebbe essere compreso tra 7.2 e il 7.6. Qualora il livello di Ph dell’acqua dovesse scendere al di sotto del 7, in tal caso l’acqua risulterà troppo acida, tanto da corrodere gli elementi metallici e da creare bruciore ed irritazione di mucose ed occhi. Il valore del Ph, non dovrà tuttavia superare il livello di 7.6; in tal caso, batteri, alghe e funghi potrebbero proliferare. Per effettuare il controllo del cloro e del Ph dell’acqua della piscina, dovrete servirvi di un apposto strumento tester.

Oltre al controllo del livello di acidità dell’acqua della piscina, sarà necessario controllare la sua alcalinità e durezza. L’alcalinità dell’acqua è di fatto la quantità complessiva di sali che avrete disciolto. L’alcalinità è un parametro che dovrà essere in equilibrio con il valore del Ph. Per quanto riguarda la durezza dell’acqua, essa è in sostanza il livello di concentrazione di bicarbonati di calcio e magnesio che saranno disciolti all’interno della vasca. Sia per l‘alcalinità che per la durezza dell’acqua, dovrete effettuare il controllo dei parametri, sempre con l’ausilio dello strumento tester per la misurazione della qualità dell’acqua.

Quanto costa

Per quanto riguarda i costi di manutenzione della piscina, prima di tutto sarà necessario acquistare un strumento tester di misurazione di qualità dell’acqua. Si tratta di strumenti digitali, che a seconda del modello e della qualità, hanno un costo che si aggira indicativamente dai 20 ai 35 euro. In riferimento ai trattamenti che dovrete operare nell’acqua delle piscina, una confezione da 5 chilogrammi di pastiglie di cloro, ha un costo di circa 40 euro.

Anche per quanto riguarda i prodotti antialghe flocculanti, il costo di una confezione da 5 chilogrammi, si aggira attorno ai 35, 40 euro.

Consultate Fixool, per scoprire come operare nel modo corretto la manutenzione dei vostri elettrodomestici e impianti casalinghi.

© 2017-2018 Fixool

Comments

comments