Differenza tra pittura lavabile e smalto

pittura lavabile
Differenza tra pittura lavabile e smalto

Per verniciare superfici come il legno o le pareti si possono utilizzare lo smalto o la pittura lavabile. Ma qual è la differenza tra i due?

Quando si deve pitturare una vecchia sedia, un mobile, una parete o qualsiasi altra superficie della casa, il pensiero è sempre quello di usare le tinte giuste. Questo non solo da un punto di vista del colore, ma anche della tipologia. Alcune delle più comuni sono la pittura lavabile e lo smalto. Non sapete bene quali siano le caratteristiche che li contraddistinguono? In questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza!

Pittura lavabile

La pittura lavabile viene utilizzata principalmente sulle pareti. Tuttavia è sconsigliata nelle situazioni che prevedono un passaggio frequente con oggetti che possono imbrattare il muro. Trova spazio anche sul legno, in particolar modo per eseguire la tecnica dello shabby chic.

In che modo stendere la pittura lavabile? Come le normali vernici, si può utilizzare sia il rullo che il pennello. La scelta può essere influenzata anche da ragioni estetiche. Il primo, specie se poco compatto, rilascia infatti una grana a buccia d’arancia. Il secondo, invece, si contraddistingue per le inconfondibili pennellate.

Smalto da muro

Le superfici in legno sono la destinazione principale dello smalto da muro. Talvolta, specie se la casa è piuttosto moderna, può essere utilizzato anche sui muri, Questa soluzione è dettata principalmente da due motivi: per avere una parete lavabile e/o per ottenere un effetto speciale molto lucido.

Come già visto per la pittura lavabile, anche in questo caso si possono utilizzare indifferentemente il pennello o il rullo. Potete quindi affidarvi alla soluzione che preferite sulla base del vostro gusto estetico personale.

Vantaggi e svantaggi

Iniziamo l’analisi dei pro e dei contro considerando un aspetto molto importante: la possibilità di lavare la vernice. Sebbene si pensi che tale qualità sia un presupposto della pittura lavabile, in realtà non è così. Il nome nasce dalla contrapposizione con la tempera, altra tinta molto usata sulle pareti, in quanto rispetto a quest’ultima è possibile eseguire un minimo di pulizia. Prendiamo ad esempio il caso in cui sia presente un segno vistoso sul muro. Con la tempera non ci sarà alcuna possibilità di rimediare al danno, mentre con la pittura lavabile si potrà cancellarlo almeno in parte con uno straccetto bagnato. La tinta completamente lavabile è invece lo smalto. Se utilizzate panno e sgrassatore vi accorgerete di quanto sia facile pulire le superfici in cui è presente.

Quando si deve lavorare il legno sono evidenti i vantaggi e gli svantaggi dei due prodotti. Come detto, nonostante lo smalto sia la soluzione ideale per questa superficie, lo stesso non si può dire qualora si voglia fare lo shabby chic. In questo è più indicata la pittura lavabile in quanto è più facile da carteggiare per far riemergere il legno originale. In tal caso, a differenza di quanto si farebbe con lo smalto, è necessario proteggere il tutto

Su Fixool trovate tanti altre informazioni sulle vernici e sulle tecniche di pittura per la casa!

©2017-2018 Fixool

Comments

comments