Decespugliatore a zaino: caratteristiche e modelli a confronto

decespugliatore a zaino
Decespugliatore a zaino

Dovete acquistare un decespugliatore potente e adatto per lavori prolungati? Il modello a zaino potrebbe fare al caso vostro!

Le operazioni di giardinaggio sono molto più semplici grazie ai tanti strumenti e macchinari disponibili sul mercato. Uno di questi è il decespugliatore, il quale permette di eliminare le erbacce e le piante infestanti senza troppa difficoltà. Ma questi attrezzi non sono tutti uguali. Una tipologia molto interessante è rappresentata dal decespugliatore a zaino. Vediamo di cosa si tratta!

Caratteristiche decespugliatore a zaino

I decespugliatori a zaino sono dei modelli a benzina, in quanto sono dotati di motore a scoppio. La loro peculiarità, come è facilmente intuibile dal nome, è quella di poter essere trasportati come se fossero degli zaini. Come vedremo meglio più avanti, questa soluzione rappresenta un notevole vantaggio, in quanto il peso, di circa sette chili, viene distribuito meglio.

Questo tipo di attrezzo può prevedere un motore a 2 o 4 tempi. La scelta tra l’uno e l’altro dipende principalmente dalle esigenze di chi deve utilizzarlo. Quello a 2 tempi garantisce performance maggiori a parità di cilindrata. Tuttavia quello a 4 tempi comporta un consumo inferiore di carburante, ed è più silenzioso e meno inquinante.

Confronto con altri modelli

Dal punto di vista della funzionalità non ci sono grandi differenze, in quanto il modello a zaino è in grado di compiere gli stessi lavori di qualsiasi altro decespugliatore. È però più adatto per lavori prolungati, in quanto garantisce una maggiore comodità di utilizzo.

Anche il prezzo non è molto lontano dai classici decespugliatori senza zaino. Quest’ultimo elemento, infatti, rappresenta l’unica differenza significativa tra ii vari modelli. Ovviamente la sua presenza comporta diversi vantaggi. Li vediamo nel paragrafo a seguire.

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio più evidente dei decespugliatori a zaino è la comodità nell’utilizzo. Grazie alla presenza dello zaino, infatti, è possibile ridurre lo sforzo ed avere una resistenza maggiore nel corso del lavoro. Non solo, per proteggere la schiena dal carico prolungato, gli zaini, che possono essere anche regolati in altezza, vengono realizzati con dei cuscinetti imbottiti. Ultimo aspetto relativo alla comodità: la presenza di un marsupio portaoggetti.

Rispetto ai modelli più classici, i decespugliatori a zaino sono più pesanti. Ciò si traduce però una maggiore potenza. In sostanza si ha dunque uno strumento più potente e più comodo da utilizzare, mentre il suo peso maggiore viene efficacemente attenuato dalla possibilità di caricarlo sulle spalle. Oppure su una sola, poiché in alternativa si può sfruttare un’imbracatura laterale che permette di caricarlo monospalla per trasportarlo più comodamente.

Abbiamo visto i tanti vantaggi rispetto ai modelli tradizionali. Ma quali sono gli svantaggi? Se vogliamo trovarne uno, questo è dato dal fatto che la sua tipologia è quella dei modelli a benzina. Ciò si ripercuote pertanto in maniera negativa sull’ambiente in quanto, rispetto ai decespugliatori senza zaino, produce una quantità maggiore di gas inquinanti. Inoltre, data la sua utilità nei lavori prolungati, per i giardini di piccole dimensioni si possono preferire altre soluzioni.

Cercate altri consigli sugli attrezzi da giardino? Consultate gli articoli su Fixool!

©2017-2018 Fixool

Comments

comments