Cinque ragioni per scegliere le lampadine led

Sviluppo commerciale lampadine led-Funzionamento lampadine led-Impieghi lampadine led-Cinque vantaggi illuminazione a led

lampadine a led
lampadine a led

Le lampadine LED stanno sostituendo progressivamente le classiche lampadine a incandescenza. Il LED si caratterizza, infatti, per una superiore efficienza energetica, minori costi di manutenzione e una vita nettamente più longeva rispetto alle lampadine tradizionali. Questo innovativo prodotto è inoltre una tecnologia green: le lampadine LED sono riciclabili al 95% e prive di materiali tossici e dannosi per l’ambiente.

Sviluppo commerciale lampadine LED

La sigla LED indica la dicitura inglese Light Emitted Dioded. Questa tecnologia si sta sviluppando sempre più, andando a sostituire via via le vecchie lampadine tradizionali. L’illuminazione a LED sta avendo un notevole incremento commerciale, dovuto a una serie di vantaggi che solo questo tipo di lampadine è in grado di apportare. Le lampadine a LED, infatti, sono particolarmente adatte per l’illuminazione degli spazi interni, grazie alla loro indiscussa efficacia. Inoltre, l’illuminazione a LED risulta quattro volte più potente rispetto all’illuminazione che avviene per mezzo delle lampadine classiche.

Oltre alle loro ottime prestazioni, questi prodotti risultano convenienti anche dal punto di vista del consumo energetico. Una lampadina a LED è caratterizzata da una durata media di lavoro decisamente superiore ad una lampadina tradizionale.

Funzionamento lampadine LED

Le lampadine LED sono dei dispositivi semiconduttori in grado di generare luce al passaggio di un carica elettrica. Quest’ultima viene trasmessa con l’ausilio di una giunzione in silicio, ovvero di un diodo: quando si raggiunge la soglia di tensione – tendenzialmente il valore ottimale è quantificabile tra i 3 e i 5 Watt – la lampadina a led si trasforma in un’ottima sorgente luminosa.

La luce trasmessa da questo strumento è caratterizzata dalla monocromia e il colore del fascio di luce dipende dalla tipologia di dosaggio introdotto dal silicio.

Impieghi lampadine LED

lampadine a ledLe lampadine LED vengono oggi utilizzate sia per la realizzazione di spie su dispositivi elettronici che in applicazioni caratterizzate da potenza sempre più elevata. Per quanto riguarda i dispositivi particolarmente potenti, l’impiego dei LED risulta utile per la realizzazione di torce elettriche e per l’illuminazione di spazi sia interni che esterni. La colorazione dell’illuminazione a led dipende fondamentalmente dalla composizione della luce, oltre che dalle condizioni del materiale semiconduttore.

La luce emessa può inoltre essere ad infrarossi, ultravioletta o visibile.

Cinque vantaggi dell’illuminazione a LED

Ecco cinque vantaggi che vi convinceranno a scegliere un dispositivo di illuminazione a LED.

  1. Maggiore efficienza energetica: l’illuminazione con l’ausilio di lampadine a LED è più efficace dell’illuminazione con le normali lampadine ad incandescenza. Basti pensare che 3 watt di un LED corrispondono a 20 watt delle normali lampadine;
  2. Fattore durata: una lampada a LED gode di una resistenza 3, 5 volte superiore a una normale lampada fluorescente: una lampada a LED garantisce cinque anni di luce continua, 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana; rispetto a 83 giorni dalla lampadina standard;
  3. Bassi costi di manutenzione: i costi di manutenzione delle lampadine a LED sono estremamente ridotti.
  4. Nessuna produzione di raggi infrarossi: la tecnologia LED produce pochissimo calore, facendo sì che una lampadina di questo tipo non produca riscaldamento in eccesso, evitando che il calore venga poi disperso nell’ambiente circostante; questo è fondamentale durante il periodo estivo, perché permette di risparmiare notevolmente anche sui costi energetici del condizionatore;
  5. Rispetto dell’ambiente: i LED sono riciclabili e seguono la direttiva europea RoHS, relativa all’uso di determinate sostanze pericolose nella costruzione di determinati tipi di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Dove buttare le lampadine a LED

Le lampade a LED sono riciclabili al 95% e prive di sostanze tossiche come vapori di sodio e alogenuri metallici, presenti invece nelle lampade tradizionali. Quando una lampadina a LED smette di funzionare è opportuno sapere dove buttarla.

Innanzitutto, nessuna lampadina a LED va smaltita nella raccolta differenziata del vetro poiché, oltre al vetro, sono presenti parti in plastica ed elementi metallici la cui raccolta deve essere fatta separatamente. Questi oggetti sono RAEE, ovvero rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche: si tratta di rifiuti speciali che per nessun motivo devono essere buttati nella spazzatura indifferenziata.

Una volta esaurite, è possibile riportare le lampadine a LED presso il punto vendita in cui sono state acquistate dove verranno ritirate gratuitamente dopo aver acquistato materiale elettronico analogo a quello consegnato. Alternativamente, le lampadine possono essere lasciate presso un’isola ecologica che si occuperà del processo di raccolta, smaltimento e riciclo.

Consulta il sito web del Centro di Coordinamento RAEE (www.cdcraee.it) per conoscere il centro di raccolta più vicino a te. Oppure scarica l’applicazione Ecolamp (per dispositivi Apple e Android) per visualizzare online una mappa dei punti di conferimento. Ecolamp ogni anno avvia a riciclo più di 3000 tonnellate di rifiuti RAEE dai quali viene ricavato oltre il 95% di materie prime.

© 2018-2019 Fixool

Comments

comments