Videosorveglianza: come installarle

videocamera di sorveglianza
videocamera di sorveglianza

Installare un sistema di videocamere per la videosorveglianza è un efficace sistema di monitoraggio per la propria casa e farlo da soli è facile.

Quanti di noi vorrebbero sapere cosa accade in casa nostra quando siamo assenti? Davvero tanti, ma il quesito può essere facilmente risolvibile tramite l’installazione di un sistema antifurto dotato di videocamere di videosorveglianza. Sistema che in questa guida vedremo come installare da soli e in maniera molto più semplice di quello che sembra.

Quindi possiamo rivalutare la spesa generale e, annullando quelle del montaggio, poter destinare l’intero budget generale all’acquisto di un sistema qualitativamente di livello superiore.

Come preparare la casa

Quando procediamo a una installazione mentre ci sono dei lavori in casa la situazione è decisamente ideale, per il semplice motivo che praticamente non variando i piani, si può ottenere un risultato finale decisamente di ottimo livello.

In ogni caso la casa deve essere preparata per accogliere e far funzionare al meglio il sistema di videosorveglianza dotato di videocamere. L’ideale è poter contare su un computer, anche vecchiotto, adibito solamente alla funzione di accumulatore dati, per i filmati che si andranno a creare con le videocamere.

Un altro punto molto importante da seguire nel caso in cui si va a installare un sistema di sorveglianza è il posizionamento delle telecamere. Devono riuscire il più possibile a coprire l’intera area della casa senza creare i cosiddetti angoli morti, ossia punti anche piccoli che sfuggono alla ripresa dell’apparecchio.

Altro punto molto importante è ritagliarsi dentro casa un piccolo angolo che permetta di posizionare in maniera comoda il monitor di riferimento e l’eventuale computer per le registrazioni. Deve essere un angolo non facile da trovare, perché se è troppo in vista, i malintenzionati lo disattiveranno facilmente.

Valutare bene come verranno passati i cavi, considerando il fatto che dovranno essere il più possibile murati per una maggiore sicurezza. Cavi in vista possono essere tranciati con molta facilità.

Procedimento per installare videocamere di sorveglianza

Passiamo ora a quella che è la fase di installazione vera e propria. In un kit di videosorveglianza troviamo:

  • una centralina;
  • diverse telecamere (il cui numero può essere aumentato a parte);
  • tutta la cavetteria necessaria al funzionamento.

Partiamo dalla centralina, come dicevamo il suo posizionamento è strategico e deve avvenire nei pressi della ‘stazione di controllo’ che creeremo in casa. Anche per una maggiore facilità di collegamento a computer e/o monitor. Il posizionamento è abbastanza semplice e può avvenire attraverso un paio di tasselli.

Le telecamere vanno posizionate, come dicevamo, in punti strategici, che riescano a coprire la visuale dell’intera casa. Il problema, come si accennava sopra, è quello di nascondere i cavi di collegamento attraverso la muratura. Esistono oggi in commercio sistemi di videosorveglianza wireless, che eliminano il problema dei cavi di collegamento, ma necessitano di manutenzione continua per quanto riguarda le batterie. Una volta posizionate le telecamere la fase successiva importante è quella del collaudo. Dobbiamo provare il sistema valutandone la sua reale efficacia. I moderni sistemi permettono tramite app per smartphone di controllare in mobilità cosa accade in casa propria.

Per qualsiasi informazione sulle nostre guide visitare il sito Fixool: mettiti alla prova con il fai da te.

©2018-2019 Fixool

Comments

comments