Trapano avvitatore: come scegliere il più adatto a te

trapano avvitatore
Trapano avvitatore: come scegliere il più adatto a te

Per realizzare molti lavori di bricolage, uno strumento molto utile è disporre di un trapano avvitatore. In questo articolo vi spieghiamo di cosa si tratta!

Cosa è un trapano avvitatore

Un trapano avvitatore è uno strumento che racchiude le funzioni di cacciavite e di trapano. Può essere infatti utilizzato per avvitare e svitare tutte le viti presenti nei lavori di fai da te, ma anche, a seconda dei modelli, per bucare metalli, legno o cemento.

Ma quali vantaggi offre un trapano avvitatore rispetto ad un cacciavite? Senza dubbio garantisce una maggiore velocità, in quanto non sarà necessario effettuare alcun movimento particolare per stringere le viti. Il lavoro è perciò facilitato nel caso in cui queste ultime si trovino in una posizione scomoda, e allo stesso tempo comporta una minore fatica.

Principali modelli

Sul mercato sono presenti numerosi modelli, da quelli adatti per uso hobbistico a quelli più professionali. Alcune delle marche più famose sono: Bosch, Hitachi, Black, Makita e Decker. Un buon avvitatore è quello dotato di una struttura solida e resistente, ma che garantisca allo stesso tempo un’impugnatura comoda. Inoltre è necessario che le lame o il set di punte in dotazione risponda alle vostre necessità. Nel prossimo paragrafo vedremo invece meglio le caratteristiche tecniche.

Anche i prezzi permettono un’ampia scelta dall’acquirente occasionale a quello più esigente. I mini avvitatori possono essere acquistati a soli 5 €, mentre quelli con funzione trapano possono superare anche i 1000 €.

Trapani professionali

Abbiamo visto quali devono essere le caratteristiche di base di un buon trapano avvitatore. Ma quali sono invece quelle tecniche?

Il primo aspetto da considerare è quello della potenza. Questa dipende principalmente dal voltaggio, solitamente compreso tra un minimo di 9V ed un massimo di 36V. Per un uso hobbistico potete affidarvi a modelli con erogazione minima di 12/14V, in quanto riescono a combinare la potenza adatta per applicazioni medio-grandi e una struttura maneggevole. La potenza dello strumento viene definita anche dal numero di giri al minuto che è capace di compiere. A questo proposito potete optare per modelli con 1000 giri/minuto e velocità variabili.

Un altro aspetto molto importante è quello relativo all’inversione del verso di rotazione della punta. Certo, il cacciavite è un attrezzo sicuramente adatto per inserire o rimuovere viti. Pensate però alla perdita di tempo e allo sforzo impiegati nello smontare i mobili in fase di trasloco. In questi casi un trapano avvitatore che permette anche di svitare renderà il lavoro molto più semplice.

Da non sottovalutare anche il tipo di alimentazione. Se avete bisogno di performance più elevate avete bisogno di modelli elettrici, mentre se preferite una libertà di movimento maggiore potete optare per quelli a batteria. Poiché si parla comunque di un trapano, non si può non tenere conto della capacità di foratura. Quelli più comuni sono indicati per eseguire fori nel legno o nei metalli. Quelli battenti, invece, sono necessari per perforare il calcestruzzo. Importanti anche gli accessori in dotazione, quali batterie extra o kit di punte.

Su Fixool trovate tanti altri consigli per i vostri utensili!

©2017-2018 Fixool

Comments

comments