Riscaldamento: come risparmiare e stare caldi

Man checking the house heat loss and the temperature of radiator with thermovision camera and smart phone in the house

Prima del periodo invernale, è sempre necessario controllare l’impianto di riscaldamento per verificare che funzioni correttamente, svolgendo anche eventuali interventi di manutenzione.

Questo tipo di operazione consente infatti di evitare inconvenienti sgraditi, come ad esempio il blocco della caldaia e la mancata produzione di acqua sanitaria, la cui conseguenza è, oltre al disagio fisico che ne deriva, una maggiore spesa, data dalla chiamata urgente del tecnico installatore e soprattutto, dal possibile verificarsi di guasti di grave entità.

Ma quali sono gli altri metodi per risparmiare quando si parla di riscaldamento? Scopriamolo insieme in questa guida pratica.

Isolamento termico di un immobile: tipologie e prezzi

Il primo elemento da considerare per poter risparmiare sul riscaldamento è relativo all’isolamento degli edifici. Se un immobile è coibentato e quindi dotato di cappotti esterni o interni, la dispersione di calore non avviene, pertanto, i locali, una volta riscaldati, risultano confortevoli e con una temperatura interna costante.

Coibentare un’abitazione è un intervento piuttosto complesso e costoso, che tuttavia, consente di risparmiare a lungo termine sulle spese di riscaldamento. Ecco quali sono i metodi per isolare al meglio tutte le parti di un edificio:

  • Coibentazione del tetto e del sottotetto;
  • Costruzione di controsoffitti;
  • Realizzazione di cappotti esterni per le pareti;
  • Realizzazione di cappotti interni per i muri;
  • Isolamento della pavimentazione;
  • Isolamento infissi;

Isolare il tetto e il sottotetto sono interventi fondamentali per ottenere un maggiore efficientamento energetico del proprio immobile. Generalmente, tali operazioni vengono svolte utilizzando svariati metodi, come l’insufflaggio, che consiste nel coibentare le intercapedini delle strutture con composti schiumosi (poliuretano EPS, cellulosa, fibra di vetro ecc..); la posa di guaine bituminose o di pannelli isolanti e l’installazione di tegole in PVC. I prezzi relativi a tali interventi variano da 15 euro a 200 euro circa al mq.

Quando un’abitazione è dotata di soffitti molto alti (oltre i 3 m), per poter mantenere il più possibile il calore all’interno, occorre realizzare dei controsoffitti. Un’ottima soluzione consiste nel costruire questo tipo di strutture con il cartongesso isolante, un materiale salubre, economico e facile da lavorare, il quale, oltre a garantire un maggiore comfort in fatto di coibentazione, ha una resa estetica eccellente. Il prezzo medio per la realizzazione di un controsoffitto in cartongesso isolante è di circa 50-60 euro al mq.

I cappotti esterni sono la soluzione definitiva per isolare casa, in quanto grazie alla loro posa, non si verifica alcun fenomeno di dispersione di calore all’esterno. Per la realizzazione di questo tipo di rivestimenti, occorre fissare dei pannelli isolanti sulle facciate esterne di un immobile e ricoprirli con uno strato di rasatura e finitura. L’isolamento con cappotto esterno è un’operazione molto costosa e soprattutto, difficile da eseguire correttamente: per questo motivo, è consigliabile farla svolgere da un esperto del settore. Il prezzo per un simile intervento varia a seconda della superficie da rivestire, tuttavia, i costi per la manodopera vanno da 25 euro a circa 50 euro al mq.

Quando non è possibile realizzare i cappotti esterni a causa di ostacoli o pareti confinanti, si può optare per la posa dei pannelli isolanti interni. In questo caso, lo svantaggio deriva dal fatto che, installando tali rivestimenti, lo spazio dentro casa diminuisce e, se si scelgono materiali non idonei, possono insorgere problemi di umidità. In ogni modo, acquistando pannelli isolanti specifici per la muratura da ricoprire e con spessori molto bassi, non si verificano problematiche di questo tipo. Il costo per realizzare i cappotti interni varia da 25 euro a circa 50 euro al mq.

Isolare il pavimento è un’operazione che garantisce un grande risparmio energetico ed economico, soprattutto se il piano dell’abitazione è a contatto con locali vuoti, non abitati o aree esterne. Il metodo migliore per eseguire tale intervento è realizzare un massetto termico, composto da calcestruzzo e applicarvi pannelli in sughero o rivestimenti in aerogel. Il prezzo complessivo per isolare un pavimento varia a seconda dei materiali impiegati.

Per una resa termica eccellente, è necessario coibentare al meglio anche gli infissi, le vetrate e la porta di ingresso, i quali, se obsoleti, non trattengono spifferi e correnti d’aria. Per farlo, è sufficiente applicare ai bordi dei serramenti le pellicole isolanti, le guaine bituminose, le strisce isolanti in gomma oppure, paraspifferi e tende specifiche.

Sostituzione degli infissi

Per risparmiare sulle spese di riscaldamento, l’intero edificio deve prima essere isolato alla perfezione, e soprattutto, avere infissi nuovi e performanti, come quelli in PVC, in alluminio a taglio termico o in legno.

Gli infissi in PVC rappresentano una soluzione ideale per tutti coloro che cercano un prodotto di alto livello che sia anche economico. Il PVC, è infatti un ottimo isolante termico ed acustico, in grado di resistere agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura. Il prezzo di questa tipologia di finestre varia 200 euro a 500 euro circa.

Le finestre in legno garantiscono da sempre alte performance a livello di coibentazione: il materiale in questione è infatti perfetto per contrastare l’afa estiva e il gelo invernale, è durevole nel tempo e ha un’estetica molto gradevole, tuttavia, deve essere curato con interventi di manutenzione frequenti ed è piuttosto costoso. Il prezzo di questi infissi varia da 300 euro a oltre 600 euro.

Scegliere gli infissi in alluminio a taglio termico è davvero un’ottima idea per risparmiare, poiché, anche in questo caso, la resa è eccellente. Il materiale, molto resistente a urti, abrasioni e intemperie, se ben lavorato e integrato con prodotti isolanti di alta qualità, diventa un perfetto isolante. I prezzi delle finestre in alluminio variano da 300 euro a 550 euro circa.

Installazione di un sistema di domotica

Risparmiare sulle spese di riscaldamento è possibile quando si installa un innovativo sistema di domotica!

Questi dispositivi, consentono infatti di collegare ad un’unica unità centrale tutti gli apparecchi elettrici ed elettronici della casa, compresi gli impianti di riscaldamento, climatizzazione e illuminazione, in modo tale da poter monitorare e controllare i consumi energetici a seconda delle esigenze. Tali sistemi possono essere gestiti comodamente da remoto, attraverso una semplice connessione ad Internet.

State cercando altri consigli per riscaldare al meglio la vostra casa? Su Fixool trovate articoli per ogni tipo di riscaldamento.

©2017-2018 Fixool

Comments

comments