Piccoli elettrodomestici: quali sono e quali vantaggi hanno

piccoli elettrodomestici
Piccoli elettrodomestici: quali sono e quali vantaggi hanno

Le preparazioni in cucina sono molto più semplici grazie all’aiuto dei piccoli elettrodomestici. Vediamo quali sono e perché sono così importanti!

Quando si pensa alla preparazione dei cibi, uno dei ricordi più dolci è legato alle nostre nonne. Loro infatti, con mattarello e pochi altri oggetti, riuscivano a preparare piatti capaci di far felice tutta la famiglia. Questa visione romantica del passato deve fare i conti con la presenza odierna dei piccoli elettrodomestici. Si tratta di apparecchi in grado di semplificare, sia in termini di fatica che di tempo, tutte le operazioni di preparazione dei pasti. Ognuno di essi ha una sua funzione specifica, motivo per cui è bene conoscerli dettagliatamente per poterli sfruttare al meglio. Inoltre sarà importante capirne i vantaggi e gli svantaggi. In questo articolo cerchiamo di fare una panoramica sull’argomento.

Piccoli elettrodomestici per la cucina

Le innovazioni tecnologiche hanno mutato profondamente la concezione dei lavori in cucina. Prima questi potevano essere infatti paragonati ad un lavoro artigianale, con operazioni che iniziavano fin dalla prima mattina. I piccoli elettrodomestici hanno invece consentito a tutti di preparare qualsiasi tipo di pasto in qualunque modo, con poca fatica e minor tempo. La scelta di questi apparecchi, però, deve essere basata sulle proprie esigenze personali, in modo da poterne trarre un reale vantaggio.

Possiamo dire che in cucina esiste un piccolo elettrodomestico adatto per ogni momento della giornata. Per la colazione e non solo; ad esempio ci si può bere un caffè preparato con la macchinetta, un tè con il bollitore o una spremuta con uno spremiagrumi. Chi ha poco tempo per preparare il pranzo o la cena può affidarsi invece alla comodità del forno a microonde. Altrimenti può servirsi di un cuocipasta, una bistecchiera, una centrifuga o un frullatore. Chi ama mangiare il pane abbrustolito può servirsi del classico tostapane, e l’elenco di queste apparecchiature potrebbe continuare. Insomma, sarebbe difficile oggi pensare alla vita in cucina senza i piccoli elettrodomestici.

Vantaggi piccoli elettrodomestici

Abbiamo già detto più volte che questi apparecchi permettono di preparare i pasti con minor fatica, riducendo i tempi in misura notevole. Cerchiamo di capire però in quali aspetti migliorano effettivamente il lavoro. I piccoli elettrodomestici possono infatti rappresentare un valido aiuto per:

  • cuocere i cibi: i più comuni nelle case sono la bistecchiera, il tostapane ed il fornetto elettrico. Fanno parte di questa categoria anche il cuocipasta, la vaporiera e la macchina per la fonduta;
  • scaldare pasti: oltre al già citato fornetto elettrico, ricordiamo il forno a microonde;
  • scaldare bevande: ad esempio la macchinetta per il caffè, il bollitore ed il cappuccinatore;
  • facilitare la preparazione dei pasti: alcuni dei quali sono davvero molto diffusi, come il tritacarne, la grattugia o il frullatore. Tra questi troviamo anche l’affettatrice, lo sbattitore, la centrifuga e il pelaverdure;
  • facilitare la preparazione delle bevande: come il più comune spremiagrumi o la centrifuga;
  • preparare pane e pasta: anziché comprarli già pronti, possono essere realizzate con l’impastatrice e le relative macchine;
  • preparare cibi non di tutti i giorni: come la yogurtiera, la gelatiera, la macchina per i pop corn o la cioccolatiera.

Esistono poi la macchina per il sottovuoto, l’apriscatole elettrico, l’aspirabriciole. Per le pappe dei bambini, invece, svolgono un ruolo fondamentale lo scaldabiberon e l’omogeneizzatore.

Skills piccoli elettrodomestici

Vediamo ora più nel dettaglio le funzioni principali di alcuni degli apparecchi più comuni fin qui elencati.

Iniziamo dal tostapane, tra i più noti in assoluto. Grazie ad esso è possibile preparare due fette di pane impostando temperatura e tempo di cottura. Non è nemmeno necessario prestare attenzione in fase di preparazione, poiché emetterà un suono e si spegnare in automatico al termine dell’operazione.

La spremuta di arance o di limoni è una delle bevande più dissetanti in estate. Con uno spremiagrumi manuale si preme il frutto con vigore in modo da farne uscire tutto il succo. Lo spremiagrumi elettrico facilita di gran lunga questo lavoro. Presente in numerose forme, permette di ricavare il succo dall’agrume senza alcuno sforzo e senza nessuno spreco.

Anche il frullatore è un apparecchio che riduce enormemente la fatica ed è presente in ogni casa. Pensate alla facilità con la quale permette di preparare frullati di frutta, verdura o carne; è sufficiente infatti semplicemente inserire gli ingredienti all’interno della macchina e, dopo averla chiusa, premere un tasto.

Negli ultimi tempi anche le macchine per il caffè stanno diventando di uso comune. Con questo è possibile assaporare in ogni momento un caffè simile a quello che viene preparato al bar. Occorre dotarsi delle apposite cialde ed in pochi secondi la tazzina sarà riempita.

Chi ha neonati in casa sa invece quanto sia utile l’invenzione dello scaldabiberon. La sua funzione è quella di garantire sempre la temperatura desiderata per la pappa del bambino. Inoltre, una volta raggiunta, manterrà la stessa per diverso tempo. Un notevole passo in avanti rispetto a quando il biberon veniva scaldato a bagnomaria, con la necessità di toccare il latte per valutarne la temperatura.

Svantaggi e manutenzione

Come qualsiasi altro oggetto, anche i piccoli elettrodomestici hanno il loro contro. Quello forse più evidente è che spesso se ne può fare a meno; infatti è possibile svolgere le operazioni che compiono questi ultimi anche manualmente. Per questo motivo, quindi, potrebbero rivelarsi una spesa inutile.

Prendiamo ad esempio l’aspirabriciole, uno strumento che permette appunto di rimuovere con facilità e velocità le molliche e residui simili. Tuttavia è utile solo se utilizzato in piccoli spazi e, nel caso in cui lo sporco sia maggiore, dovrà essere smontato e svuotato di frequente. Inoltre la batteria non ha in genere una grande autonomia.

O ancora, pensate all’apriscatole elettrico. Al giorno d’oggi i produttori dei vari alimenti hanno facilitato l’apertura dei propri barattoli grazie alle apposite linguette. Inoltre, in ogni caso l’apriscatole, specie se basilare, risulta poco efficiente. Alla scarsa autonomia si aggiunge infatti una potenza inadatta per aprire barattoli grandi.

Per quanto riguarda la manutenzione, l’unico consiglio che possiamo darvi è quello di affidarvi alle istruzioni specifiche fornite nel manuale del vostro prodotto.

Se state cercando altre informazioni sui piccoli elettrodomestici, consultate i nostri articoli su Fixool!

©2017-2018 Fixool

Comments

comments