Perché il forno non scalda più come prima

forno
forno

Avete presente quella bella teglia di lasagne preparata con cura che aspetta solo di essere infornata? Già sentite il profumo della cottura e lo sfrigolio della superficie che diventa croccante. E invece no, il forno non va, o meglio, funziona ma non scalda bene. Cosa fare? Per le lasagne forse non c’è gran rimedio ma per il vostro elettrodomestico sì. Ecco le istruzioni pronto uso per il forno che non scalda.

Come funziona

Elettrico, a gas o a microonde, esistono varie tipologie di questo elettrodomestico. Quello elettrico è di gran lunga il più utilizzata rispetto al forno a gas o quello a microonde, che è presente in molte cucine ma poco sfruttato per la cottura vera e propria. Normalmente il forno elettrico tradizionale, detto anche statico o a convenzione naturale, è dotato di due resistenze elettriche poste alla base inferiore e superiore, più una terza a forma di serpentina nella superfice superiore che consente la cottura a grill dei cibi.

In questo modo si possono ottenere quattro tipi di preparazione di cibi: quella statica, rapida ma difforme che va bene per sfornare pane e pizza; quella ventilata, azionata dalla ventola posteriore, ideale per ogni pietanza e che rende soffici torte e soufflé; il grill e il grill ventilato, che combina la funzione ventilata con il grill per una perfetta doratura degli arrosti.

Cause di malfunzionamento del forno

Veniamo ora al problema. Perché il forno non scalda bene? I motivi posso essere diversi. Se il forno scalda poco o non scalda affatto, il guasto potrebbe essere nel commutatore che non manda corrente alle resistenze. In questo caso occorre smontare il forno, estraendolo dall’incasso se necessario, togliere il pannello superiore o posteriore e verificare se il commutatore presenta delle bruciature.

Mi raccomando scattate alcune foto prima di smontare il pezzo e sostituirlo, così vi ricorderete come rimontarlo! Se il forno scalda poco ma funziona, allora una delle resistenze potrebbe essersi interrotta. Per vedere se è il guasto è nella resistenza, basta poggiare il palmo della mano sulla superficie in basso o in alto non appena acceso, con le dovute cautele ovviamente. Se una delle due parti resta fredda anche dopo diversi minuti che il forno è acceso, allora bisognerà smontare il forno e sostituire la resistenza danneggiata.

Se il forno scalda poco, funziona ma disperde calore, allora il difetto potrebbe essere nello sportello che non serra bene. Lo si può notare facilmente perché, quando viene chiuso, la porta non aderisce perfettamente alla guarnizione lasciando qualche millimetro di apertura da dove esce il calore. Oltre a rovinare tutti i nostri intenti culinari, questo problema causa anche tanto spreco di energia elettrica.

Sostituire la cerniera

Responsabili della difettosa chiusura dello sportello del forno sono le cerniere, in particolare le molle che si trovano al loro interno, che possono essersi rotte o semplicemente allentate. Per sostituirle occorrerà estrarre lo sportello, appoggiarlo su di un tavolo e rimuovere il vetro esterno della porta.

A questo punto si potranno togliere le viti che fissano le due cerniere, facendo attenzione a sistemare le molle nella posizione originale; quindi estrarre le cerniere e sostituirle con delle nuove acquistate presso un negozio autorizzato.

Quanto costa

L’acquisto di nuove cerniere  può avere un costo variabile da 15 a 50 euro, a seconda della marca. Il resto della riparazione è tutta una questione di volontà e un po’ di pratica.

Per avere ulteriori informazioni sul forno e su quanto costa sostituirlo rivolgiti a Fixool.

© 2017-2018 Fixool

Comments

comments