Pavimentazione esterna: come farla da solo

pavimentazione esterna
pavimentazione esterna

Stai pensando di creare una pavimentazione esterna? Ecco tutto ciò che devi sapere per sfruttare al meglio il tuo giardino ed “asfaltarlo” da solo.

Personalizza l’atmosfera del tuo giardino

In questo articolo vi sveleremo tutti i segreti per costruire una pavimentazione esterna in completa autonomia, in modo da rendere più bello e confortevole il vostro giardino. In base ai vostri gusti, sarà possibile aggiungere un gazebo, dei divanetti, un’altalena o magari una piscina, per donare all’ambiente esterno un’atmosfera calda ed accogliente.

Il lavoro non è impossibile ma richiede pazienza, buona volontà e soprattutto una conoscenza di base delle operazioni da svolgere. Non preoccupatevi: in questo articolo vi verranno fornite tutte le informazioni necessarie. Naturalmente, dovrete procurarvi tutti gli appositi strumenti e materiali, senza dimenticare di prendere in considerazione gli agenti atmosferici e le condizioni ambientali per poter ottenere una pavimentazione esterna di elevata qualità.

Vantaggi della pavimentazione esterna

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, possiamo orientarci verso una più economica, ma meno estetica, gettata di calcestruzzo oppure il porfido, un materiale più duro e difficile da lavorare ma di elevata qualità.

Prima di procedere con la parte più tecnica per capire come fare una pavimentazione esterna, sarebbe opportuno capire perché è consigliata. Pavimentare il proprio giardino è utile per una serie di ragioni. Vediamole insieme:

  • Migliora l’estetica esterna della casa;
  • Permette agli ospiti di passeggiare nel giardino senza sporcarsi per l’eventuale fango o terriccio;
  • Tutela le nostre piante che saranno meno soggette ad essere calpestate.

Realizzare dei viali o vialetti esterni “asfaltati” è quindi una scelta quasi doverosa per chi possiede un giardino, così da preservarlo e renderlo più vivibile.

Come progettare il lavoro

Passiamo ora ad analizzare tutti i passaggi necessari per creare la pavimentazione esterna. Per prima cosa, devi fare un’accurata progettazione, così da avere dei risultati migliori nelle fasi successive. Infatti, è necessario avere ben chiare tutte le modalità di utilizzo e organizzazione della pavimentazione. Una volta terminata la progettazione, occupatevi dei materiali da acquistare e passate a delineare il perimetro nel quale eseguire i lavori.

Dopo aver stabilito il perimetro, bisogna rastrellare la zona per eliminare tutte le erbacce, cercando di rimuovere qualsiasi pendenza del terreno e realizzare uno scavo di circa 5 cm. Per questa fase, oltre al rastrello, vi servirà  soltanto un attrezzo adibito allo scavo del terreno: è un’operazione molto faticosa ma accessibile a tutti, per cui non bisogna farsi spaventare.

A seguire bisogna cospargere il terreno con uno strato di sabbia ed un’apposita rete metallica che può essere acquistata in qualsiasi negozio di giardinaggio o lavori per la casa. A questo punto, vi consigliamo l’utilizzo della malta bastarda, un tipo di malta ottenuta da calce e cemento, che si è solita venire utilizzata per opere murarie o come intonaco di fondo di interni ed esterni. Inoltre, la malta bastarda è un materiale lavorabile e facilmente utilizzabile da neofiti del settore. Dopo averla livellata, inserite ora sulla stessa le varie mattonelle con un lavoro di estrema precisione.  Al termine del lavoro, bagna il tutto e aspetta qualche giorno prima di vedere il risultato. Nel frattempo, pensa a come allestire la tua pavimentazione esterna e come abbellire il tuo giardino, magari attraverso l’applicazione di erba sintetica.

Se i nostri suggerimenti ti sono stati utili, non perdere le altre guide e visita il nostro sito Fixool.

©2018-2019 Fixool

Comments

comments