Montaggio lampade a sospensione: come fare

Le lampade a sospensione sono tra le più comuni fonti di luce delle nostre case. Per montarle, il procedimento è piuttosto semplice se si seguono alcuni consigli di base. Vediamo come fare in pochi passi.

L’esame della lampada a sospensione e del soffitto

Il punto di partenza di ogni lavoro è un’attenta osservazione. Partiamo dalla lampada a sospensione, che dovrà avere:

1 – i fili. Possono essere due (caso più comune, in genere di colore rosso e blu) o tre. Se sono tre, l’ultimo sarà il filo giallo e verde della messa a terra. In ogni caso i fili saranno sempre inguainati in un filo più grande e robusto, dai quali sporgeranno.

2 – un coperchio superiore. In alcuni casi, soprattutto se la lampada a sospensione è pesante, potrebbe richiedere di essere avvitato al soffitto. In questo caso dovrete procedere con viti e tasselli come al solito.

Passiamo poi al soffitto, dal quale penderanno già tre fili (uno blu, uno rosso e uno giallo e verde). In prossimità dell’uscita della forassite dovrebbe esserci anche un gancio.

Cominciamo il montaggio

Se tutto è a posto procuratevi:

  • un tagliacavi (o un paio di forbici)
  • del nastro adesivo in plastica
  • una scala che consenta di lavorare in comodità all’altezza del soffitto

Quali sono i nostri obiettivi? Fondamentalmente due:

La prima operazione è quella di collegare i fili della lampada a sospensione con quelli del soffitto. Vediamo come fare passo per passo:

  • staccate la luce per lavorare in assoluta sicurezza
  • adesso dovete preparare i fili. Sarà sufficiente rimuovere con la pinza tagliacavi o con le forbici un centimetro di plastica che ricopre i fili di rame.
  • abbinate i fili della lampada con quelli del soffitto, avendo cura di unire quelli dello stesso colore: rosso con rosso, blu con blu. Se il filo della messa a terra (quello giallo e verde) non è presente, coprite quello della parete con un po’ di nastro adesivo in modo da isolarlo.
  • questa operazione può essere fatta semplicemente attorcigliando i fili di rame tra di loro, per poi isolarli con del nastro adesivo. Per un lavoro “più pulito” tuttavia è possibile utilizzare degli appositi morsetti nei quali infilare i cavi appaiati per colore. I cavi verranno fermati con una vite.

A questo punto potete appendere la lampada a sospensione al muro. Se il coperchietto che scorre lungo il filo elettrico ha fori per le viti occorre trapano, viti e tasselli. Saranno loro a sorreggere il peso della lampada. In caso contrario, il consiglio è di non affidare questo tipo di funzione ai singoli fili, ma piuttosto alla guaina esterna. Utilizzate dunque una fascetta per fermarla al gancio che avrete trovato sul soffitto. Spingete il coperchio verso l’alto e il gioco è fatto.

Per ulteriori informazione sulle nostre guide potete visitare il nostro sito di Fixool.

©2018-2019 Fixool

Comments

comments