Idraulico Milano: quanto costa la chiamata

idraulico milano
idraulico milano

Quanto costa una chiamata per l’idraulico Milano? Come è noto, la località in cui avviene l’intervento di un idraulico ha una notevole incidenza sulla spesa. Il caso di Milano è poi emblematico per i prezzi talvolta troppo alti voluti da idraulici più o meno esperti.

Prima di dare un’occhiata alla spesa da affrontare per chiamare l’idraulico a Milano, riassumiamo le competenze che un idraulico deve possedere, in modo da focalizzare poi l’attenzione sul costo di ogni singola operazione.

Le competenze dell’idraulico

Come è noto, l’idraulico è quell’operaio che si occupa di impianti idraulici e di conduzione del gas in abitazioni ed edifici per quanto riguarda gli aspetti di installazione, messa in sicurezza, manutenzione, riparazione, regolazione di flussi e portata. Specificatamente, costituiscono oggetto del lavoro dell’idraulico le tubature di acque reflue, gli impianti di riscaldamento, di acqua potabile e sanitaria.

In sintesi, dunque, l’idraulico è un professionista esperto di impianti idrici e sanitari: deve possedere dunque una buona esperienza nel saper progettare, installare, gestire e curare impianti di riscaldamento, condizionamento e conduzione di acqua e vapore in abitazioni ed edifici.

La gran parte dell’attività dell’idraulico viene realizzata per lavori di emergenza, come accertamento e riparazione di danni ai tubi, agli apparecchi sanitari e agli impianti di scarico. Generalmente la spesa per tali lavori risulta più onerosa di quella destinata alla prevenzione.

Il pronto intervento idraulico risulta comunque sempre determinante per le emergenze e nei casi in cui si assiste ad un cattivo funzionamento dei sistemi idraulici e termoidraulici. È così possibile impedire i guasti ed agire in via preventiva. In questo modo il costo dell’operazione può risultare inferiore a quello che si potrebbe pagare una volta che il danno è fatto.

Giusto per dare un breve glossario della natura degli impianti idraulici di cui è composto un ambiente domestico, è sufficiente citare i principali. È il caso della rete di tubature adibite al trasporto dell’acqua, sia chiara che di fogna. A tale proposito va sottolineato che i tubi possono essere di caratteristiche e materiali differenti, come acciaio, rame e propilene. Il loro rivestimento in neoprene consente comunque la corrosione, la condensa e/o la dispersione di temperatura nel caso in cui trasportino acqua calda. Vanno poi elencati i rubinetti e i sanitari (water, lavandini, bidet, eccetera), con i loro rispettivi tubi di scarico, e quindi gli scaldacqua e le caldaie.

Quanto costa la chiamata di un idraulico a Milano

Come è noto, il costo della chiamata di un idraulico Milano dipende da tre variabili principali: la località, il tipo di servizio ed il livello di esperienza acquisita dall’idraulico nell’effettuare tali operazioni.

L’esperienza è determinante ed innalza il costo dell’operazione e le qualifiche dell’idraulico. Le referenze accrescono inoltre la professionalità dell’idraulico. Pur non essendo vero in generale, è comunque possibile reperire un professionista caratterizzato da un equo rapporto di qualità/prezzo. Per fare ciò, conviene basarsi sul passaparola e sui commenti degli altri.

La località in cui avviene l’intervento ha un’incidenza notevole. Come anticipato prima, il caso di Milano è emblematico per i costi talvolta troppo elevati richiesti da idraulici più e meno esperti. Per cui, quando si deve chiamare l’idraulico è utile essere preparati per fare in modo che l’operazione possa avvenire il più rapidamente possibile ed in maniera efficace.

Il tipo di servizio effettuato incide in modo significativo sul livello della spesa. Prima di entrare in argomento, va specificato innanzitutto il costo della manodopera. A Milano il prezzo è intorno a 25-30 euro all’ora, che va sommato al costo di circa 30 euro per la chiamata. Per una chiamata al di fuori dell’orario di lavoro il prezzo lievita del 35% per raggiungere così i 40-50 euro all’ora. A questa cifra va aggiunto il costo dello spostamento, che dipende dalla lunghezza del tragitto. In media, la spesa per lo spostamento parte da 30 euro.

In generale, il costo per chiamare un idraulico a Milano varia da un minimo di 30 fino ad un massimo di 2.500 euro. Questa cifra è estremamente variabile a seconda del tipo di operazione che l’idraulico deve svolgere. Vediamo le principali.

Per la messa in opera o la modifica di un punto acqua il prezzo medio a livello nazionale è intorno a 150 euro, ma a Milano raggiunge mediamente i 170 euro. Per l’installazione di un rubinetto a Milano il prezzo parte da un minimo di 75 euro e sale a seconda della qualità del miscelatore, della difficoltà di installazione, eccetera. Nel caso di una semplice riparazione, il prezzo parte da 50 euro. La riparazione dello scarico di un water varia fra i 60 e i 150 euro, mentre lo spurgo da 40 a 160 euro.

La sostituzione di un piatto doccia varia fra i 200 e i 2.500 euro, cifra variabile a seconda del materiale, delle piastrelle, eccetera. L’installazione di una caldaia varia fra i 110 e i 260 euro. Per uno scaldabagno si va da 80 a 160 euro. La sostituzione di un sanitario varia da 50 a 70 euro per elemento. L’installazione di un impianto di climatizzazione varia fra i 70 e i 160 euro ad elemento. Il pronto intervento varia da 45 a 100 euro per il diritto di chiamata.

Il prezzo di un idraulico Milano varia in base al quartiere e alla zona in cui viene effettuato il servizio. Centro e Brera sono i più cari. Seguono, per ordine di importanza, i Navigli, l’ex quartiere popolare Isola, San Siro e tutte le aree semicentrali più popolari, come la zona est e sud-est.

© 2018-2019 Fixool

Comments

comments