Gres porcellanato: come pulirlo da soli

gres porcellanato
gres porcellanato

Il gres porcellanato è un materiale abbastanza diffuso tra i pavimenti delle mura domestiche, ma la sua pulizia richiede piccoli accorgimenti.

Rispetto ad altre tipologie di soluzioni per pavimenti, il gres porcellanato concentra in sé la qualità di poter essere realizzato esteticamente in qualsiasi tipologia di abitazione e nello stesso tempo essere resistente a qualsivoglia sollecitazione esterna.

Il mercato, oggi, offre possibilità infinite per quello che riguarda i pavimenti della nostra casa. La variabile del gres porcellanato rimane sempre e comunque un evergreen delle soluzioni. Ma la domanda è: dove sta il segreto della sua longevità? La risposta, per noi scontata, è nella miscela di materiali utilizzati per la sua composizione e nella cottura, che avviene in forno a 1.200° C. La cottura, unita al processo di raffreddamento, gli conferisce forza e resistenza davvero degni di nota.

Nonostante le sue innumerevoli qualità, c’è anche la nota dolente:  se non si applica una pulizia particolare può rovinarsi, presentare delle macchie e non essere esteticamente al top. Cosa fare in quel caso? Più che altro, come fare quando si ha un pavimento in casa in gres porcellanato ad ottenere un risultato sempre impeccabile? In questa guida capiremo che differenze ci sono tra le varie finiture e come agire per ottenere un pavimento splendente e senza macchie.

Differenze gres porcellanato opaco e lucido

Le finiture del gres porcellanato possono essere sostanzialmente 2:

  • finitura opaca, di solito dedicata alle soluzioni che richiamano un effetto legno in ogni sua sfumatura di colore;
  • finitura lucida (nota anche come lappata lucida) che presenta un film protettivo lucido e spesso ma abbastanza delicato.

Quello che differenzia notevolmente i due tipi di gres è la risposta finale del prodotto. Infatti nel caso del gres opaco è abbastanza porosa (e più avanti capiremo che conseguenze ha nella pulizia), nel caso del gres lucido risulta molto compatta e piena invece (anche per questo si parla di finitura levigata).

Per quello che riguarda la pulizia, per quanto si tratti comunque della stessa composizione di materiali, stiamo considerando mondi completamenti diversi. Perciò ad ogni pavimento bisogna applicare soluzioni diverse, per non ritrovarsi alla fine un risultato di qualità davvero bassa. Oppure un pavimento pulito, ma esteticamente non in perfetta forma.

A queste due tipologie di materiali va affiancata la meno diffusa tipologia ruvida, ancora più porosa di quella opaca. Capiamo bene allora come l’affare potrebbe complicarsi a dismisura nella manutenzione e nella pulizia dei nostri pavimenti.

Prodotti consigliati e da non utilizzare

Per quanto riguarda il discorso su cosa utilizzare e no sui pavimenti, si potrebbe aprire un dibattito estremamente lungo che proveremo a sintetizzare.

Gres porcellanato opaco

Per quello che riguarda il gres porcellanato opaco, ripetiamo che siamo in presenza di un materiale poroso. Questo è un materiale che fa annidare lo sporco, che crea poi le macchie abbastanza facilmente nei micropori del materiale, ovviamente visibili solo al microscopio. In questo caso non bisogna usare prodotti troppo aggressivi, perché provocherebbero il risultato opposto. Finisce per sciogliere lo sporco annidato dentro ai micropori e creare una serie infinite di macchie.

Usare solo acqua calda talvolta potrebbe essere una buona soluzione, ma in questo caso il vapore aiuta tantissimo. Un accessorio importantissimo e utilissimo è l’aspirapolvere, da utilizzare al posto della scopa tradizionale, che porta lo sporco a depositarsi ancora più dentro ai pori del mattone.

Invece, l’utilizzo di cere lucidanti è sconsigliato: sul gres opaco porterebbero solamente il risultato di alternare macchie lucide sparse per il pavimento, anche utilizzando la lucidatrice.

Gres porcellanato lucido

Per quello che riguarda il gres porcellanato lucido, la situazione è diametralmente opposta. Si tratta di un materiale che presenta una finitura compatta e quasi per nulla porosa, con un film protettivo lucido facilmente attaccabile da prodotti a base acida, che sono assolutamente da evitare.

In questo caso è sempre meglio basarsi su prodotti non aggressivi o fatti in casa, come l’aceto bianco, il sapone di Marsiglia compatto, il detersivo per i piatti, l’alcool denaturato.

Rimane sempre l’ipotesi che l’aspirapolvere sia un metodo migliore rispetto alla classica scopa che quando riesce a togliere lo sporco, ne fa depositare un po’ nelle fughe. Per quanto riguarda l’utilizzo del vapore, in questo caso è fattore opzionale, dipende solo dal risultato che alla mano può portare.

Anche utilizzare delle cere lucidanti in questo caso non sarà necessario. L’unico caso può presentarsi nel caso in cui si deve trattare un pavimento ‘spento’ che ha bisogno di essere ravvivato, ma in questo caso occorre agire con la lucidatrice.

Procedimento pulizia

Gres porcellanato opaco:

Iniziamo col vedere come fare a pulire un pavimento in gres porcellanato opaco.

  • Primo step: bisogna passare l’aspirapolvere in maniera massiccia e puntigliosa senza tralasciare nessun angolo. Come già detto, meglio non utilizzare la scopa se si vuole ottenere un ottimo risultato.
  • Secondo step: bisogna, se la si possiede, utilizzare una buona scopa a vapore lava-pavimenti. Ci accorgeremo come riesca a tirare via tutto lo sporco presente in men che non si dica. Solo quando lo straccio utilizzato risulterà lindo si potrà passare al punto seguente.
  • Terzo step:  lavare il pavimento con un secchio di acqua calda e pochissimo detersivo non aggressivo. Cosa ancora migliore sarebbe utilizzare una detersivo fai da te. Aggiungete in un secchio di acqua calda un bicchierino di aceto bianco e qualche goccia di detersivo per piatti; il risultato sarà splendente e senza macchie.

Questo metodo di pulizia può essere utilizzato ogni qual volta che il pavimento torni a presentare delle macchie.

Gres porcellanato lucido:

Per quello che riguarda invece il gres lucido si agisce in maniera differente.

  • Primo step: come nel caso dell’altro pavimento, utilizzare l’aspirapolvere al posto della scopa per evitare lo sporco nelle fughe.
  • Secondo step: bisogna passare sul pavimento un paio di volte lo straccio solo con acqua calda e attendere l’asciugatura. Quando l’acqua risulterà pulita potrete passare alla fase successiva.
  • Terzo step: il migliore consiglio che si può fornire è quello di non utilizzare detersivi ma di crearne uno a casa che garantirà un risultato impeccabile. In un secchio di acqua calda unire qualche pezzo di sapone di Marsiglia solido (a scaglie si scioglie in maniera ottimale) senza fare troppa schiuma e un bicchierino di aceto bianco. Il risultato sarà impeccabile.

Se il pavimento dovesse presentarsi spento e senza lucentezza, valutare la possibilità una passata di cera ravvivante, ma non a mano, passarla solo con una lucidatrice.

Rendere pulito il nostro pavimento in gres porcellanato, lucido o opaco, come potete vedere è facile e veloce. Per qualsiasi informazione sulle nostre guide visitare il nostro sito Fixool.

©2018-2019 Fixool

Comments

comments