Filo da pesca: dieci consigli per usarlo in casa

filo da pesca
Filo da pesca da cui trarre usi alternativi

Il filo da pesca è un insospettabile aiutante nelle faccende di casa. Dalla pulizia alla cucina, ecco come utilizzarlo in maniera alternativa.

Il filo da pesca per riparare piccoli oggetti e occhiali

Le lenti, negli occhiali a semi giorno, sono fissate alla montatura solo nella parte superiore. In quella inferiore, infatti, vengono tenute ferme grazie ad un filo di nylon. Nel caso in cui quest’ultimo abbia bisogno di essere cambiato, potete sostituirlo con il filo da pesca. Vediamo come fare!

Per prima cosa estraete il vecchio filo di nylon dalla scanalatura delle lenti. Lavorando su una lente alla volta, aiutandovi con un tagliaunghie togliete completamente il filo dalla montatura. Prendete la lenza da pesca e intrecciate per bene i capi nei due occhielli. Mettete poi un pezzetto di filo alla fine ed iniziate a tirarlo. Quindi create una piega nel filo spingendolo verso l’orlo.

Anche dall’altra parte dovete intrecciare il filo in entrambi gli occhielli. In questo caso però, dopo aver tolto la seconda lente, dovrete misurare la distanza che intercorre tra il filo su quel lato e la montatura. Ovviamente, la lunghezza del filo dovrà essere uguale in entrambi i lati, per cui tiratelo o rilasciatelo finché non otterrete l’equilibrio perfetto. Rimettete una lente per provare il filo, quindi tagliate la parte in più con il tagliaunghie utilizzato in precedenza. Per far sì che il filo rimanga in posizione, lasciatene sempre un piccolo pezzo alla fine. A questo punto non vi rimane che reinserire definitivamente le lenti ed avvolgerle con la lenza da pesca.

Come anticipato nel titolo del paragrafo, il filo da pesca può essere utile anche per riparare piccoli oggetti. Ad esempio potete utilizzarlo per riattaccare dei bottoni, oppure per aggiustare una vecchia collana ormai quasi rotta. In questo secondo caso, inserite le perle nel nuovo filo, facendo dei nodi per bloccare il tutto. Quindi tagliate la lenza in eccesso e fissate la collana con dell’apposita colla.

Come pulire interstizi e fessure con il filo da pesca

Nelle pulizie di casa capita spesso che si rinunci a intervenire in piccole fessure e interstizi in quanto non è possibile arrivarci con un normale straccio per spolverare. Utilizzando il filo da pesca, invece, si può risolvere il problema. Questo è infatti abbastanza lungo, fine, ma soprattutto resistente, per cui può inserirsi anche negli spazi più difficili per eliminare tutta la polvere presente. Importante è strofinare per bene il filo facendolo passare da una parte all’altra della fessura.

Un utilizzo pratico riguarda, ad esempio, il lavaggio delle ruote della bicicletta. Grazie alla lenza da pesca, infatti, potrete entrare a fondo nelle scanalature delle gomme, senza doverle togliere per forza. Per fare questo ancorate la bicicletta ad un treppiede e, mentre fate girare la ruota, utilizzate il filo per rimuovere ogni traccia di sporco e detriti.

Il filo da pesca come utensile da cucina

Spostiamoci ora in cucina per vedere come utilizzare il filo da pesca per una delle ricette più golose: la torta con il pan di spagna. Il filo può essere particolarmente utile per tagliare la base in due o più parti. Di solito, per questo tipo di operazione, ci si serve di un coltello a lama lunga come quelli per tagliare il pane. Il risultato, però, non è sempre ottimale a causa della difficoltà di fare tagli uniformi. Con i fili da pesca, invece, potete fare un lavoro più preciso e con poca difficoltà.

Per prima cosa, con un normale coltello da tavola, tracciate una linea, profonda circa un centimetro, lungo tutto il bordo del pan di spagna. In alternativa potete utilizzare degli stecchini come linea guida. All’interno di questa inserite il filo da pesca, facendo attenzione che sia parallelo alla base. A questo punto tagliatela tirando con entrambe le mani per ottenere due parti uguali. Chiaramente, qualora dobbiate eseguire più strati, vi basterà tracciare più linee guida in modo da tagliare la base ogni qualvolta ne abbiate bisogno.

La lenza da pesca può essere sfruttata per tagliare anche altri prodotti. Risulta particolarmente efficace, ad esempio, per affettare, in parti uguali, il formaggio di capra.

Chi è solito preparare torte o biscotti fatti in casa sa bene che capita spesso che la carta da forno rimanga attaccata alla sua parte inferiore. Anche in questo caso il filo da pesca può venirvi in aiuto. Se avete paura che tolta la carta vada via anche parte del biscotto, ripulite quest’ultimo con il filo. In questo modo raschierete via ogni residuo estraneo al biscotto con la garanzia che di questo non verrà rimosso alcuno strato superficiale.

Cucinare con il filo da pesca

Gli utilizzi del filo da pesca in cucina non si fermano al solo ruolo di utensile. Pensate alla tavola imbandita della domenica, in cui le portate sono solitamente più ricche e sostanziose che nel resto della settimana. Tra i piatti tipici di questi giorni c’è senza dubbio il polpettone, o arrosto in generale, il quale, per evitare che si sfaldi e mantenga una cottura omogenea, viene legato con uno spago. In alternativa allo spago, si può comodamente servirsi del filo da pesca che risulta un ottimo sostituto.

Dovete preparare la faraona ripiena per Natale? Volete preparare il tacchino ripieno come nel giorno del ringraziamento americano? Qualunque sia l’animale che dovete farcire, dovete fare attenzione a richiuderlo per bene. Per fare questo potete servirvi ancora una volta del filo da pesca. La vostra lenza, pertanto, portà servire non solo come spago per ottenere una cottura migliore, ma anche per cucire l’animale da cuocere una volta riempito.

Il filo da pesca per l’igiene personale

Il filo da pesca si presta dunque a numerosi utilizzi, dalla cucina alla spolveratura. Tuttavia, può essere utilizzato anche per l’igiene personale. In particolare, risulta essere un efficace ed ottimo sostituto del filo interdentale. Questo, infatti, non è nient’altro che un filo di nylon, per cui potete utilizzare una lenza da pesca, opportunamente igienizzata, per passarla in mezzo ai denti.

Fixool vi propone tanti consigli per il fai da te ed il riciclo creativo. Consultate il nostro sito ©2017-2020 Fixool per rimanere sempre aggiornati.

Comments

comments