Cosa fare quando l’aspirapolvere puzza di bruciato

Cause puzza di bruciato-Come intervenire-Manutenzione aspirapolvere

aspirapolvere

A volte potrà esservi capitato che il vostro aspirapolvere inizi a puzzare di bruciato; ecco una guida per sapere come comportarsi in questo caso e come porvi rimedio.

Prima di tutto è opportuno fare una distinzione: in un primo caso si tratta di cattivo odore emanato dall’elettrodomestico. In questa evenienza, sarà sufficinente rimuovere il sacchetto precedente e installarne uno nuovo. Se invece il vostro aspirapolvere inizierà a puzzare di bruciato, sarà necessario procedere nel modo che vi illustreremo nei paragrafi successivi.

Cause puzza di bruciato

Se il vostro aspirapolvere puzzerà di bruciato, il primo passo sarà sicuramente accertarsi che il sacchetto o il contenitore non sianp pieni. Infatti, qualora fosse così, dovrete procedere al loro svuotamento; inc aso si tratti di un contenitore è consigliabile lavarlo ove possibile.

Qualora l’odore di bruciato dovesse persistere, molto probabilmente la responsabilità è del filtro. Un filtro ostruito può infatti limitare la circolazione del flusso d’aria, provocando un progressivo aumento della temperatura del motore dell’aspirapolvere. Con il trascorrere del tempo e il persistere di questa problematica, il motore inizierà ad emettere odori sgradevoli. L’odore di bruciato dell’aspirapolvere, talvolta sarà dovuto a dei granelli di polvere che sono entrati in contatto con il motore dell’elettrodomestico.

Questi problemi denotano quanto sia importante l’integrità del filtro del vostro aspirapolvere che è fondamentale per salvaguardare il motore e depurare l’aria che sarà reintrodotta nell’ambiente circostanza, a seguito dell’aspirazione. Se il filtro dovesse risultare usurato, sarà necessario sostituirlo prima possibile, non lasciando che il vostro elettrodomestico si danneggi ulteriormente.

Un dato è fondamentale: una accurata manutenzione del filtro dell’aspirapolvere vi metterà al riparo da questo genere di inconvenienti. In medi infatti dovrete procedere con l’attività, ogni 5 sostituzioni del sacchetto.

Come intervenire

La sostituzione del filtro dell’aspirapolvere, varierà da modello a modello. Per individuare l’oggetto incriminato sul vostro modello di aspirapolvere, sarà quindi necessario consultare il libretto di istruzioni. Comunque non vi preoccupate perché si tratta di un’attività facile ed intuitiva.

Per quanto riguarda la compatibilità, dovrete utilizzare e sostituire il filtro con i modelli indicati nel libretto di istruzioni della vostra aspirapolvere. I modelli che acquistare in commercio sono infatti di tipologie differenti: vi consigliamo di provvedere all’acquisto di quelli ipoallergenici. Così facendo eviterete l’insorgere di possibili allergie nei soggetti a rischio.

Manutenzione aspirapolvere

Per quanto riguarda le operazioni di manutenzione necessarie per la vostra aspirapolvere, senza dubbio l’adempimento più importante, sarà la sostituzione dei sacchetti o del contenitore dello sporco e della polvere dell’elettrodomestico. Molti modelli di aspirapolvere sono dotati di una spia che si accenderà quando queste tre componenti sarà in procinto di raggiungere la propria capienza massima. Anche se non è necessario provvedere immediatamente, è consigliabile non lasciar passare troppo tempo: infatti, qualora decidiate di utilizzare l’elettrodomestico anche in questa modalità, le sue performance potrebbero essere decisamente ridotte se non minime.

Un secondo aspetto da curare è poi la pulizia delle spazzole: assicurarsi che non ci siamo capelli (o peli di animali, qualora ne abbiate di domestici) o residui incastrati è il primo passo per avere un casa igienizzata e pulita.

Fixool con le sue guide vi insegna la manutenzione dei vostri elettrodomestici casalinghi.

©2017-2018 Fixool

Comments

comments