Cortocircuito: come fare in caso di cortocircuito in casa

Cause principali-Cosa fare-Come reagire efficacemente-Sicurezza ed avvertenze

cortocircuito
cortocircuito

Le moderne tecnologie portano alla riduzione a zero del rischio di cortocircuito in casa, ma purtroppo numerosi edifici nel nostro Paese non possono ancora definirsi a norma. Ecco quindi perché è importante sapere cosa fare nel caso in cui ci si trovi in una di queste circostanze.

Cause principali di cortocircuito

Il cortocircuito è un particolare caso di conduzione elettrica, in particolare una circostanza in cui la corrente elettrica assume il suo valore massimo. Il corto circuito che avviene più comunemente nelle nostre case è quello nel quale il filo neutro della corrente e il filo di fase vengono accidentalmente a contatto tra di loro. Un tempo i pericoli che potevano derivare dal cortocircuito erano molto elevati e potevano portare gravi conseguenze per coloro che erano all’interno delle abitazioni nelle quali si verificava.

Oggi non è assolutamente più così, dal momento che tutte le case sono dotate di apparecchi speciali che provvedono ad interrompere in modo immediato il flusso della corrente elettrica, nel caso in cui si verifichi un cortocircuito. Nonostante questo, al giorno d’oggi il cortocircuito rimane in ogni caso un pericolo che è sempre bene evitare. Esistono prima di tutto una serie di precauzioni specifiche che è possibile adottare per limitare al minimo il rischio che si verifichi tale situazione. Vediamo come è meglio comportarsi.

Come reagire efficacemente

Nei casi più complessi dovrete provvedere a staccare tutte le prese di corrente presenti in casa o nella zona in cui è saltata la corrente. Reinserite poi progressivamente le prese una alla volta, sino a che non si verificherà ancora un volta il cortocircuito, facendo così scattare nuovamente l’interruttore automatico della corrente. Così facendo, potrete riprendere il normale utilizzo degli elettrodomestici che avrete verificato funzionano correttamente. Per risolvere il problema del cortocircuito, a questo punto sarà necessario contattare un elettricista professionista che potrà risolvere rapidamente il guasto.

Cosa fare

Prima di tutto, una cosa molto importante da fare prima di maneggiare i cavi della corrente elettrica è indossare dei guanti isolanti. Questi vi proteggeranno dalle scariche di corrente elettrica che si potrebbero eventualmente generare.

A volte può capitare che mentre ci si trova in casa avvenga un’interruzione della corrente. Questa può essere causata da diversi e vari fattori, il più frequente è quasi sempre un sovraccarico, conseguente di un uso eccessivo e concomitante di più elettrodomestici.

In questi casi è sufficiente spegnere gli elettrodomestici e riattivare la corrente saltata. Nel caso si sia invece verificato un cortocircuito, sarà necessario individuare la parte del vostro impianto interessata dal guasto per poter intervenire. Qualora si tratti di una lampadina o di un porta lampadina, basterà effettuare la loro sostituzione e il problema sarà immediatamente risolto.

Sicurezza ed avvertenze

A volte il cortocircuito viene causato non da un sovraccarico ma dall’impianto elettrico stesso. In tal caso, a meno che non abbiate delle conoscenze approfondite di elettricità e luci, sarà bene non toccare niente e lasciare che intervenga un elettricista esperto. Egli sarà sicuramente in grado in poche ore di individuare il problema e risolverlo. Ad ogni modo, prima di intervenire personalmente, è importantissimo indossare sempre e comunque i guanti isolanti.

Chi chiamare in caso di cortocircuito

In caso di cortocircuito in casa, oltre a seguire le indicazioni che sono state fornite poco sopra, è importante mantenere la calma e provare a fare una prima valutazione del danno. Nel caso in cui il cortocircuito non possa causare ulteriori danni all’abitazione o all’ambiente (come ad esempio un incendio), è possibile contattare il proprio elettricista di fiducia ed attendere il primo giorno lavorativo utile per ricevere la sua assistenza.

Al contrario, se il cortocircuito è particolarmente pericoloso non solo bisogna abbandonare l’ambiente, ma contattare anche tempestivamente i pompieri onde evitare che si possano verificare danni ingenti a edifici e persone.

Come prevenire il cortocircuito

Il modo più efficace per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli come questa è proprio la prevenzione ossia la manutenzione ordinaria del tuo impianto elettrico. Infatti questo, come la gran parte delle componenti della tua casa, necessita di piccole cure periodiche che ti mettono al riparo da guasti sistemi costosi da riparare.

Ogni professionista, comunque, vi suggerirà non solo di installare un sistema di salvavita ma anche di occuparsi in maniera sistemi della sua manutenzione, soprattutto se all’interno dell’abitazione si trovano bambini piccoli.

Fare affidamento al proprio elettricista di fiducia permette  non solo di potersi rivolgere a lui in caso di emergenza, ma anche di poter mantenere in buono stato l’impianto elettrico senza incorrere in costi extra.  Se sei alla ricerca di un professionista che possa mettere a disposizione la propria abilità, contatta fixool!

©2017-2020 Fixool

Comments

comments