Balconi: come impermeabilizzare la superficie calpestabile

Come impermeabilizzare con il fai da te-Strumenti pratici-Rivolgersi all'esperto

balconi

Oggi vi illustreremo come effettuare l’impermeabilizzazione dei balconi, per porre rimedio al problema delle infiltrazioni d’acqua.

Le infiltrazioni d’acqua rappresentano uno dei principali problemi per chi possiede un balcone o un terrazzo. Onde evitare questo spiacevole inconveniente, che potrà certamente provocare dei danni notevoli al vostro appartamento, o all’appartamento sottostante al balcone, sarà necessario controllare regolarmente la pavimentazione del balcone ed intervenire prontamente al primo segnale di crepa o rottura.

I balconi sono delle strutture continuamente esposte alla pioggia e a tutti gli agenti atmosferici nel corso dell’intero anno, esattamente come tutte le infrastrutture esterne, prive di una copertura. Proprio per questa ragione, il problema più comune che potrà interessare balconi e terrazzi è quello legato alla perdita di impermeabilizzazione della superficie del pavimento; questo problema porterà certamente a danni importanti, che potranno essere riportati all’appartamento sottostante al terrazzo o al balcone.

Dal momento che i danni potranno essere ingenti, sarà opportuno intervenire con la massima tempestività, cercando di analizzare in modo dettagliato le condizioni di partenza della pavimentazione di terrazzo o balcone, per poter rimediare nel modo corretto. Per porre rimedio e riparare un danno o una crepa che interesseranno la pavimentazione, qualora il danno fosse contenuto, potremo mettere in atto degli interventi molto semplici, poco costosi e che potremo operare di persona, senza la necessità dell’intervento di un tecnico specializzato. Nei problemi di impermeabilizzazione, la rapidità d’azione eviterà il peggioramento e l’aggravamento delle condizioni della pavimentazione, che potrebbe provocare certamente spiacevoli conseguenze e vicessitudini.

Come impermeabilizzare con il fai da te

Prima di iniziare i lavori di impermeabilizzazione o ripristino dell’impermeabilizzazione del balcone o terrazzo, sarà necessario considerare un dato importante. Le indagini statistiche dimostrano che ben oltre il 50 per cento dei problemi che vengono riscontrati nell’edilizia, riguardano criticità di infiltrazione: più del 60 per cento delle comuni cause di infiltrazione è determinato da problemi allo strato impermeabilizzante di copertura delle pavimentazioni e delle strutture.

Prima di effettuare la riparazione del danno riscontrato sulla pavimentazione del balcone o del terrazzo, sarà necessario valutare con attenzione alcuni fattori importanti. Dovrete considerare innanzitutto la resistenza dei carichi statici e dinamici e considerare inoltre la resistenza agli urti. Infine dovrete valutare anche il fattore relativo alla resistenza al gelo. Per quanto riguarda la resistenza ai carichi e agli urti, si tratta di una qualità che si riferisce in particolare alle caratteristiche dei materiali impiegati per il rivestimento, e per la creazione della struttura portante.

Le aziende costruttrici della superficie di rivestimento, sono obbligate a dichiararne l’uso; quest’ultimo potrà essere interno, esterno, privato o pubblico. L’uso sarà inoltre garantito dalle relative certificazioni UNI, EN o ISO. Dette certificazioni determineranno la rispondenza delle caratteristiche dichiarate, con tutti i materiali rivenduti. E’ molto importante sapere che ogni piastrella impiegata per la pavimentazione, ha delle caratteristiche ben precise. La misurazione delle piastrelle è inoltre codificata da norme specifiche, nazionali ed internazionali. Dette normative contribuiscono alla definizione di tutte le categorie di piastrelle disponibili in commercio, a seconda della loro destinazione d’uso.

Strumenti pratici

In riferimento alla struttura portante, la responsabilità civile e penale della sua tenuta e stabilità, è ovviamente a carico dell’azienda produttrice. A tal proposito è importante sapere che per un balcone praticabile ad uso privato, il carico dovrà essere pari a 200 chilogrammi per metro quadro. Per quanto riguarda invece il carico relativo ad un balcone ad uso pubblico, il carico dovrà essere pari a 400 chilogrammi a metro quadrato. I parametri di sicurezza relativi alla capacità di carico delle pavimentazioni del verde pensile, sono gli stessi, nel caso di verde estensivo; il rivestimento di tipo vegetale superficiale è pari a 15, 20 centimetri di profondità. I carichi aumenteranno invece nella fattispecie di una realizzazione a tipo intensivo, dove si prevede l’impiego di arbusti ed alberi.

Per quanto attiene invece alla resistenza al gelo, essa dovrà essere assolutamente garantita dal produttore stesso. Questa caratteristica tecnica deve necessariamente essere associata ad altre peculiarità, come la resistenza allo scivolamento, comunemente definita antisdruciolo; quest’ultima è una caratteristica indispensabile per garantire la sicurezza della pavimentazione. Inoltre andrà considerata la resistenza alle muffe e alle macchie.

Gli strumenti necessari per la realizzazione o il ripristino dell’impermeabilizzazione di un balcone o di un terrazzo sono i seguenti. Dovrete procurarvi una spatola e dello stucco, dell’acido cloridrico, un secchio, uno spazzolone e uno straccio; inoltre dovrete procurarvi dell’adesivo per esterni, una pialla e una spugna. Ecco come dovrete procedere ai lavori di impermeabilizzazione o ripristino della stessa, sulla superficie del balcone o del terrazzo.

Rivolgersi all’esperto

Per prima cosa, dovrete agire direttamente sulle fughe alterate della pavimentazione del balcone. Ripulite le stesse in modo correttodallo stucco, rimuovendo tutte le piastrelle che risultano mobili e non fisse in modo stabile. Rimuovete lo sporco più intenso sulle fughe delle piastrelle, servendovi di una spatola. Per eliminare invece la colla dalle superfici di adesione, dovrete utilizzare dei solventi specifici. Successivamente dovrete operare un’accurata pulizia dell’intera area della superficie del balcone. Utilizzate per la pulizia una soluzione di acido cloridrico ed acqua, che applicherete sulla superficie con uno spazzolone ed un panno. Lasciate poi agire la soluzione per circa 4 ore, per poi pulire nuovamente con acqua e uno strofinaccio.

Durante il lavaggio con la soluzione di acido cloridrico ed acqua, è importante dotarsi di guanti di gomma e di una mascherina. Quando avrete terminato la pulizia dell’area, dovrete intervenire sulla zona sulla quale sarà necessario ripristinare l’impermeabilizzazione. Eliminate dal massetto di cemento tutti i granelli di sabbia, la vernice, lo sporco, il grasso ed ogni cosa che potrebbe impedire la tenuta dell’incollaggio.

Iniziate poi a spalmare sul massello l’adesivo per esterni, utilizzando un’apposita spatola dentata. Fate aderire correttamente la piastrella, facendo attenzione alla larghezza delle rispettive fughe (essa dovrà necessariamente essere pari a quella delle mattonelle esistenti, oltre all’altezza della piastrella). Attendete il tempo necessario affinché l’adesivo svolga la sua azione. Procedete poi alla stesura dello stucco con una pialla o frattazzo. Applicate lo stucco tenendo l’attrezzo inclinato a 30 gradi circa. Infine quando lo stucco cambierà colore (dopo circa un’ora), rimuovete il residuo sulle piastrelle, utilizzando un spugna umida.

Fixool, soluzioni pratiche ed ingegnose del fai da te.

©2017-2018 Fixool

Comments

comments