Architettura ecocompatibile: il design che aiuta l’ambiente

Architettura ecocompatibile
Architettura ecocompatibile

L’architettura ecocompatibile sembra essere il futuro del desing delle nostre città. Un modo per reinventare l’arte dei nostri edifici in maniera originale e nel pieno rispetto dell’ambiente. L’obiettivo è quello di creare delle strutture che siano costruite con dei materiali eco, con un design valido e che al contempo rispetti la natura.

I materiali migliori

L’architettura ecocompatibile è ormai il futuro del design moderno. L’edificio deve limitare il suo impatto ambientale e tentare di ottimizzare l’efficienza energetica al massimo, garantendo comfort e salute agli abitanti degli edifici. Le aziende che vogliono avvalersi dell’architettura ecocompatibile devono costruire tentando di soddisfare i bisogni della clientela, ma guardando (già dalle prime fasi) alla risorse e ai ritmi della natura, senza recare danno all’ambiente circostante e cercando di costruire un edificio che si adatti alla natura circostante. Una delle tecniche più utilizzate è quella del riutilizzo dei materiali di scarto, che spesso vengono buttati non conoscendo le loro infinite potenzialità.  Ma quali sono i materiali che meglio si adattano all’architettura ecosostenibile? Sicuramente il legno, grazie al facile processo di rielaborazione e di utilizzo che permette di adattarlo a tanti ambienti leaving differenti senza grandi difficoltà. Anche gli scarti del marmo, grazie all’innovazione di numerose aziende, sono divenuti dei prodotti molto utilizzati nella realizzazione delle moderne strutture ecosostenibili. Così come l’argilla che ha delle potenzialità pazzesche e può essere validamente utilizzata per la costruzione di ambienti interni. Anche la plastica, che sempre più sta diventando un elemento per la creazione di moltissime elementi di arredo degli interni, anche grazie alla lavorazione 3D che permette di creare degli oggetti innovativi. Proprio la plastica è uno dei materiali su cui bisognerebbe dedicarsi maggiormente, data l’enorme quantità che viene prodotta ogni anno nel mondo e lo scarso riutilizzo che se ne fa (dalla statistiche è emerso che solo il 14% viene effettivamente riciclata). Una delle ultimissime innovazioni è quello di utilizzare le balle di paglia per la realizzazione di piccole case in cui vivere.

I progetti più originali

Data l’alta gamma e disponibilità delle risorse, sono sempre di più coloro che decidono di affidare i loro edifici ad aziende che hanno adottato una politica di architettura sostenibile, in linea con la natura. In particolare l’American Institute of Architects (AIA) ha stilato la lista dei progetti più sostenibili del mondo, un elenco destinato a promuovere un’architettura responsabile e sostenibile verso l’ambiente. Vediamo quali sono i più importanti e conosciuti:

  1. Charles David Keeling Apartments, Kieran Timberlanke: un progetto degno di nota ed un vero esempio di casa green.  Infatti la massa termica dell’involucro edilizio svolge la maggior parte del lavoro richiesto per raggiungere la massima efficienza energetica. Vi è anche un sistema di riutilizzo dell’acqua piovana.
  2. Clock Shadow Building, Continuum Architects + Planners: il progetto è volto a riqualificare un’area industriale disabitata. Sono stati introdotti i frangisole sulla facciata sud per schermare il calore nei mesi estivi e consentire invece il massimo guadagno solare nei mesi invernali. 

Fixool, tutti i consigli su come riciclare e riutilizzare i materiali di scarto.

© 2017-2018 Fixool

Comments

comments